Calmarossa Etna DOC Rosso

Da piccoli vigneti ad alta vocazione un rosso dell'Etna di carattere

Calmarossa Sicilia DOC Rosso
Tris Calmarossa Sicilia DOC Rosso

Nel 1980 la Famiglia Mulone acquistò una piccola proprietà nel Comune di Viagrande, nella quale esisteva un vecchio vigneto ad alberello di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio. Da subito, con il supporto di amici agronomi ed enologi, cominciarono i primi “esperimenti”. Dal vigneto si riuscivano ad ottenere poche centinaia di bottiglie, condivise con gli amici che partecipavano alla vendemmia e alle fasi tutte manuali di pigiatura e torchiatura:quelli erano giorni di vera festa. Questi momenti hanno creato un legame intimo e indissolubile con i vitigni rossi cardine della viticultura dell’Etna. Per questo negli anni la famiglia ha ritenuto importante onorare questo legame, producendo una bottiglia dalla selezione di uve di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio da vecchi vigneti dell’Etna. Il Calmarossa rappresenta il nostro rapporto con questi vitigni. Colore rosso rubino con riflessi violacei, note floreali e fruttate, sottobosco, leggere tostature, vaniglia e lievi sentori di cannella. Elegante acidità, armonico e persistente, con un’equilibrata tannicità che ci ricorda la sua potenziale longevità.

 Denominazione:  Etna DOC Rosso.

 Vitigni:  Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio di età media di circa 40 anni.

 Zona di produzione:  Versante Sud-Est dell’Etna, a circa 500 metri sul livello del mare.

 Caratteristiche del vigneto:  Terreno vulcanico, ricco di minerali e di base organica. Vigneto costituito da vecchi impianti ad alberello con circa 8000 piante per ettaro. La resa è di circa un chilogrammo di uva per ceppo.

 Clima:  Clima umido, con rilevanti precipitazioni nel periodo invernale e primaverile, e notevoli escursioni termiche.

 Vendemmia:  Rigorosamente manuale, condotta nella prima settimana di ottobre. L’uva viene raccolta in cassette da 18-20 kg e trasportata in cantina immediatamente dopo la raccolta.

 Note di vinificazione:  Le cassette vengono svuotate nella diraspa pigiatrice. Dalla diraspa pigiatura si ricavano i raspi, che vengono successivamente utilizzati come concime. Il pigiato, formato da bucce e mosto, viene immesso nei vinificatori in acciaio inox. Quando il vinificatore è pieno, si innesta con il lievito autoctono selezionato e si porta la temperatura a 26°C, mantenendola tale per tutta la durata della macerazione. La fermentazione viene monitorata giornalmente e con la stessa frequenza si effettuano dei rimontaggi con pompa per bagnare il cappello di vinacce. Dopo circa 21 giorni di fermentazione e macerazione si effettua la svinatura e quindi la separazione del vino dalle vinacce. Il vino viene travasato in un altro serbatoio, mentre le vinacce vengono trasferite tramite pompa mono nella pressa per la torchiatura e successivamente conferite in distilleria. Dopo qualche giorno il vino rosso viene travasato, sfecciato e messo in altro serbatoio per svolgere la fermentazione malolattica ad una temperatura controllata di 18°C. Durante questa fase si ha la degradazione dell’acido malico (ad opera di batteri malolattici) in acido lattico ed anidride carbonica, ottenendo così un abbassamento dell’acidità totale del vino che lo rende più morbido al palato. Finita la fermentazione malolattica, il vino viene sfecciato e travasato in barrique di rovere francese, dove resta per almeno 12 mesi in affinamento. Dopo l’affinamento in legno il vino viene travasato in acciaio, chiarificato, filtrato, stabilizzato e quindi imbottigliato. Dopo l’imbottigliamento avviene un ulteriore affinamento in bottiglia per almeno 6 mesi.

 Caratteristiche organolettiche:  Alla vista si presenta con un bel colore rosso rubino con eleganti riflessi violacei. Al naso ricorda la frutta rossa, la vaniglia, il sottobosco e lievi sentori di cannella. In bocca si presenta con un’elegante struttura acida, armonico e persistente, giustamente tannico.

 Gradazione alcolica:  14,5%.

 Abbinamenti gastronomici:  Ottimo nell’abbinamento con carne rossa e formaggi maturi. Temperatura di servizio ideale 18°C.

 Bottiglie prodotte:  circa 2.000 nel formato 0,75l.

 Capacità di invecchiamento:  10 anni.

 Prima vendemmia prodotta:  Microvinificazioni artigianali già dal 1980.

 

Note:
(1) Schede tecniche aggiornate per le annate 2014, che in alcune parti differiscono dalle vendemmie precedenti. Se interessati a caratteristiche delle annate precedenti contattare sonia@santamarialanave.com.
(2) I lieviti autoctoni utilizzati in fermentazione sono il risultato della ricerca della Vinicola Benanti e da loro stessi brevettati.
(3) Le annate precedenti al 2014 sono 100% Nerello Mascalese, Sicilia IGP.

Puoi scaricare il nostro press-kit da qui!Download